Anima e Ghiandola Pineale

Nel XVII secolo Cartesio individuò nella ghiandola pineale la sede dell’Anima.

Anche Descartes ritiene l’epifisi sede dell’anima. Per il filosofo e matematico francese, la ghiandola pineale è il punto privilegiato dove anima (res  cogitans) e corpo (res extensa) interagiscono, in quanto unica parte dell’encefalo a non essere doppia. Si potrebbe ritenere dunque che l’epifisi, come il D.N.A., sia un medium tra enti ontologicamente diversi.

Mentre nel 1974 il Premio Nobel Julius Axelrod dimostrò che la pineale è un trasduttore neurochimico capace di trasferire le informazioni dei fotoni sulla vita biologica.Anche gli impulsi magnetici, termici e addirittura sonori sono capaci di influenzare la produzione di melatonina, così come la quantità di serotonina, GABA e dopamina, in stretta relazione con gli stati emotivi.

 Dal punto di vista strettamente fisico essa, nell’alternanza di buio-luce secerne a melatonina che sembra  svolga una funzione protettiva nei confronti dei radicali liberi. Essa possiede anche altre proprietà terapeutiche: è efficace contro certe forme di insonnia e contro alcuni tumori. 

Da un altro punto di vista, quello che a me interessa di più in questo momento, era considerata un ricevitore cosmico : una sorta di  emittente e destinatario di informazioni multidimensionali provenienti dalla Sorgente.

Essa era ed è il “terzo occhio” di antiche tradizioni poichè,  una volta attivata diviene l’interfaccia con la nostra coscienza conferendo la “vista interiore”, cioè il dono di ripercorrere le precedenti esistenze e riepilogare il rapporto karmico che conduce alla reincarnazione, oltre alla capacità di identificarsi con il Principio vitale cosmico e di accedere ad una moltitudine di poteri psichici.

Mi sembra di individuare, ma è un’opinabile parere di una neofita, nella Pineale, quindi la Sede del Potere.  Pare, tra l’altro, che in situazioni critiche, estreme e di coscienza alterata essa secerna una sostanza che che  ” faciliterebbe l’accesso della coscienza a specifici stati mistici o psichedelici” (studi di Rick Strassman).

Questo è, a mio parere,  potere che ci è stato sottratto con attenzione e massima cura da non meglio identificati  Grandi Maestri che, depauperando la massa di tali capacità, l’ha indebolita e resa facilmente dominabile ove non, addirittura, schiava. 

Vari sono i metodi che possono indurre la Pineale ad un mal funzionamento , agevolando una sua naturale calcificazione dal sesto anno di vita in poi. Fra questi la somministrazione di alcune sostanze come il Fluoro, il Mercurio, Pesticidi oltre all’esposizione a campi di 60 Hz (esattamente il tipo di corrente che fluisce attraverso la nostra rete elettrica).

http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia/ciencia_brain38.htm#Commento%20di%20Marielalero

Contrastare questo si può con l’integrazione nella dieta di Clorella e Spirulina, zolfo organico, cioccolato grezzo, acido citrico, aglio, olio di origano, aceto di mele, vitamine K1 e K2. Magari bevendo acqua distillata ma su questo ho una serie di dubbi quindi è un suggerimento che prendo cum grano salis.

Tutto questo fa parte degli scogli che incontriamo nel cammino di applicazione della Legge di attrazione? e se è così non è giunto il momento di “prendere il toro per le corna” e partire dalla base per giungere alla Luce?

Continuerò a cercare di capire 🙂

http://realtofantasia.blogspot.it/2013/08/viaggio-alla-scoperta-della-ghiandola.html

http://laconsapevolezza.wordpress.com/2013/07/13/ghiandola-pineale-la-sede-dellanima-4/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...